LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: parlamento, preoccupazione per ingresso gruppi armati del Ciad (3)

Tripoli, 16 apr 12:07 - (Agenzia Nova) - L’area settentrionale del Ciad, ricca di miniere aurifere, è da anni vittima di infiltrazioni da parte di un consistente gruppo di ribelli fedeli all’Unione delle forze della resistenza (Ufr), alleanza costituita nel 2009 a Hadjer Marfain, nella regione sudanese del Darfur, e che comprende nove gruppi ribelli ciadiani. Dopo essere stati cacciati dal Sudan nel 2013, i miliziani si sono trasferiti nel sud della Libia, dove avrebbero prestato servizio come mercenari e da dove partono le loro incursioni nel nord del Ciad con l’obiettivo di rovesciare il presidente Deby, sostenuto dalla Francia. Nella lotta contro il terrorismo le forze armate ciadiane sono un alleato prezioso dei francesi sia in Malisia nell’ambito della forza G5 Sahel. Proprio perchè preoccupati delle loro frontiere a nord, nel 2018 Ciad, Niger e Sudan hanno firmato un accordo di cooperazione con la Libia per la lotta contro i trafficanti e il terrorismo. I quattro Paesi si sono impegnati a collaborare strettamente sul piano militare e su quello politico e, in base agli accordi, ognuno dei governi assumerà il comando a rotazione per la durata di sei mesi. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE