SUDAFRICA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Sudafrica: ex presidente Zuma, proposta della Corte suprema su accuse di oltraggio è una "farsa"

Pretoria, 14 apr 19:20 - (Agenzia Nova) - L'ex presidente del Sudafrica, Jacob Zuma, ha respinto come "una farsa" la richiesta da parte della Corte suprema di suggerire quale punizione dovrebbe affrontare se ritenuto colpevole di oltraggio alla corte. In una lettera di 21 pagine indirizzata al presidente della Corte suprema, Mogoeng Mogoeng, l'ex presidente ha detto di essere giunto alla conclusione che ci sia una "antipatia giudiziaria inspiegabile" nei suoi confronti. "La mia decisione di non partecipare al procedimento giudiziario è basata sulla mia convinzione che la mia partecipazione non avrebbe cambiato l'atmosfera di ostilità giudiziaria e di umiliazione riflessa nel giudizio contro di me", scrive Zuma nella lettera, ribadendo la convinzione che la Commissione Zondo (la commissione d'inchiesta presieduta dal giudice Raymond Zondoera) sia controllata dai suoi "nemici politici". L'ex presidente ha affermato di avere il diritto costituzionale di dichiararsi presunto innocente e di non testimoniare nei procedimenti. "Non accetto l'accusa di aver commesso oltraggio alla corte quando ho deciso di non partecipare ai procedimenti della commissione in circostanze in cui i miei diritti sarebbero stati violati", ha affermato Zuma nella lettera, sostenendo che la commissione non sia stata istituita correttamente. "Ciò che la Commissione Zondo ha fatto è imperdonabile e vivrò per vedere la mia rivendicazione quando - dopo aver sperperato miliardi di entrate pubbliche tanto necessarie - un tribunale indipendente riesaminerà e metterà da parte i risultati della commissione sulla base del fatto che non è stato stabilita in conformità con la nostra Costituzione", recita la lettera. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE