SPECIALE INFRASTRUTTURE

 
 

Speciale infrastrutture: Etiopia respinge "preoccupazioni" del Sudan su riempimento Diga della rinascita

Addis Abeba, 13 apr 16:15 - (Agenzia Nova) - Il governo dell'Etiopia ha respinto le "preoccupazioni" sollevate dal Sudan in merito al riempimento della Grande diga della rinascita etiope (Gerd) in seguito al fallimento dei colloqui di Khartum, ribadendo di aver affrontato tutte le questioni di natura tecnica. "È stato concesso lo scambio di informazioni e la sicurezza della diga è un problema che sta a cuore dall'Etiopia in primo luogo per la propria sicurezza. Chi ci guadagna dal rifiuto del Sudan al riempimento della Gerd?", ha affermato il ministero degli Affari esteri etiope su Twitter. "Per anni i funzionar del Sudan hanno affermato che la Gerd è importante per impedire le inondazioni, regolare il flusso dell'acqua per l'irrigazione, rimuovere un enorme pezzo di limo e fornire energia a basso costo. In che modo sarà servito l'interesse del popolo sudanese rifiutando il riempimento della diga?", afferma il tweet, che accusa inoltre l'Egitto di non aver riconosciuto la "generosità e comprensione" dell'Etiopia nel negoziare "in buona fede". La dichiarazione giunge dopo che lo scorso fine settimana Egitto e Sudan hanno respinto una proposta avanzata dall’Etiopia per scambiare dati sul riempimento della diga sul Nilo previsto a luglio. Lo ha riferito il ministero dell'Irrigazione egiziano in una nota. “La proposta etiope include vari errori e accuse sul percorso dei colloqui negli ultimi anni (...) e viola le risoluzioni emesse nei vertici africani sulla necessità di raggiungere un accordo giuridicamente vincolante sul riempimento e il funzionamento della diga", si legge in una nota diffusa dalle autorità del Cairo. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE