IRAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Iran: rapporto intelligence Usa, Teheran continuerà a essere “minaccia” per Washington (2)

New York, 13 apr 18:55 - (Agenzia Nova) - L’Iran resterà “un attore destabilizzante in Iraq, che sarà il campo di battaglia-chiave per l’influenza iraniana quest’anno e durante i prossimi anni, e le milizie sciite irachene sostenute dall’Iran continueranno a rappresentare la minaccia primaria al personale Usa in Iraq”, si legge nel report. “L’aumento nel fuoco indiretto contro le installazioni Usa o convogli associati agli Usa in Iraq nel 2020 è largamente attribuita a milizie sciite irachene sostenute dall’Iran”, aggiunge l’intelligence. “I politici iracheni, come il primo ministro Mustafa al Kadhimi, tenteranno di bilanciare le relazioni di Baghdad con l’Iran e gli Usa nel tentativo di evitare che l’Iraq diventi un’arena per un conflitto tra i due Paesi”, prosegue il rapporto. Al contempo, secondo i servizi statunitensi, l’Iran sarà determinato a mantenere la sua influenza in Siria e in Yemen. “Teheran rimane una minaccia per Israele, sia direttamente, tramite le sue forze missilistiche, sia indirettamente, tramite il suo sostegno al (partito sciita libanese) Hezbollah e altri gruppi terroristici”, prosegue il rapporto. Per quanto riguarda l’Afghanistan, l’Iran “sostiene pubblicamente i colloqui di pace afgani, ma è preoccupato da una presenza Usa a lungo termine” nel Paese, e di conseguenza sta “creando legami con il governo a Kabul e i talebani”, in modo che possa “trarre vantaggio da qualsiasi esito politico”. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE