CONGO-KINSHASA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Congo-Kinshasa: deputati avviano oggi esame progetto di legge su riforma elettorale (4)

Kinshasa, 13 apr 11:45 - (Agenzia Nova) - La nuova formazione è un passo in avanti nella volontà di Tshisekedi di affrancarsi dal peso politico dell'ex presidente Josep Kabila, la cui influenza rimane tuttavia molto forte negli ambienti dell'intelligence e della sicurezza. Lo scorso 26 marzo, il partito di Kabila e la coalizione dei suoi sostenitori - rispettivamente il Fronte comune per il Congo (Fcc) e il Partito popolare per la ricostruzione e la democrazia (Pprd) - hanno fatto sapere su istruzione dello stesso Kabila che "nessun loro membro" parteciperà al nuovo governo di unità nazionale del primo ministro Sama Lukonde. Con una retorica più volte ribadita, il Fcc ha contestato nuovamente quella che definisce "una deriva pericolosa" del governo, che accusa di non rispettare la costituzione del Paese e le sue leggi. Il rifiuto di Kabila e dei suoi sostenitori dell'Fcc di prendere parte al futuro governo segna una tappa importante nella crisi avviata con gli ex alleati del presidente in carica Felix Tshisekedi (riuniti nella formazione Cap pour le changement, Cach) dopo lo scioglimento della coalizione di governo nata nel 2019. Lo scorso 6 dicembre Tshisekedi ha annunciato la sua volontà di rompere la coalizione e di affidare un mandato esplorativo ad un funzionario incaricato di costruire una nuova maggioranza parlamentare, nel tentativo di rompere lo stallo venutosi a creare con la coalizione partner di governo, il Fronte comune per il Congo (Fcc) dell’ex presidente Joseph Kabila. Tshisekedi annunciava quindi l'apertura di consultazioni per identificare "una nuova coalizione che riunisca la maggioranza assoluta dei membri nell'Assemblea nazionale”, precisando che il governo di coalizione guidato da Sylvestre Ilunga Ilunkamba “non è stato in grado di attuare il programma per il quale sono stato eletto”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE