IRLANDA

 
 

Irlanda: premier Martin, ogni divieto alle esportazioni di vaccini sarebbe un "passo all'indietro"

Dublino, 22 mar 17:04 - (Agenzia Nova) - Il primo ministro irlandese, Micheal Martin, ha affermato che ogni restrizione dell'Unione europea sulle esportazioni di vaccini anti-Covid sarebbe "un passo all'indietro" che potrebbe minare la fornitura di materie prime per la produzione vaccinale. Martin ha riferito che i rappresentanti della compagnia Moderna, la quale produce l'omonimo vaccino anti-Covid, hanno espresso preoccupazione circa il fatto che le restrizioni Ue sulle esportazioni di vaccini possano avere effetto sulla fornitura di materie prime per la produzione dei propri preparati vaccinali. Martin si è detto "molto contrario" al potenziale blocco, aggiungendo che "se ogni Paese e ogni continente iniziasse a farlo, saremmo in grandi problemi a livello globale e porteremmo indietro la produzione vaccinale". Il premier irlandese ha inoltre fatto sapere di avere ricevuto notizia di simili preoccupazioni anche da parte delle altre compagnie che attualmente producono vaccini anti Covid, quali AstraZeneca, Johnson&Johnson e Pfizer, le quali sarebbero in grave difficoltà se l'Ue bloccasse le esportazioni di prodotti e materie prime verso l'estero. Il primo ministro ha aggiunto che il Regno Unito dovrebbe iniziare a "parlare" con l'Unione europea, e dovrebbe "agire reciprocamente" in qualche modo, permettendo che le dosi di vaccino AstraZeneca prodotte nel Regno Unito vengano esportare verso l'Ue, cosa che non è sinora avvenuta.

(Rel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE