ARMENIA

 
 

Armenia: appello al premier australiano Morrison per riconoscere il genocidio degli armeni

Erevan, 08 apr 09:57 - (Agenzia Nova) - Il Comitato nazionale armeno d'Australia ha inviato una lettera aperta a nome della comunità armeno-australiana al primo ministro, Scott Morrison, chiedendo di riconoscere come genocidio la persecuzione ai danni di 1,5 milioni di armeni perpetrata dall’Impero Ottomano tra il 1915 e il 1916. L’iniziativa è stata presa in occasione del 106° anniversario del genocidio armeno, che verrà commemorato il prossimo 24 aprile. Nella lettera l’intera comunità armena si stringe nell’appello a Morrison, esortandolo a sostenere le sue stesse convinzioni espresse nel discorso al Parlamento il 26 maggio 2011: "Oggi, come membro di questa Camera, mi unisco ad altri in questo luogo, e nei parlamenti di tutto il mondo, per mettere a verbale che credo che il genocidio armeno sia stato uno dei più grandi crimini contro l'umanità. È importante che riconosciamo il genocidio armeno per quello che è stato". Dichiarazioni ben distanti dall’attuale posizione di Morrison, che ora rifiuta di associare la parola ‘genocidio’ al massacro degli armeni. “Noi crediamo che diventare primo ministro non dovrebbe compromettere i tuoi valori e le tue opinioni e non dovrebbe compromettere i nostri valori australiani che si battono per i diritti umani e per stare dalla parte giusta della storia", si legge nella lettera. Oggi il genocidio armeno è riconosciuto in più di 30 nazioni in tutto il mondo tra cui Francia, Germania, Canada e Stati Uniti, da qui l’esigenza della comunità armeno-australiana, affinché anche il proprio Paese riconosca formalmente le violenze contro gli armeni del secolo scorso come un brutale crimine contro l’umanità
(Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE