LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: leader movimento del Fezzan Sheik a “Nova”, arrivo forze Haftar non cambia i nostri obiettivi (11)

Tripoli, 30 gen 2019 15:01 - (Agenzia Nova) - Parlando alla Chatham House a Londra, Sanallah si è detto preoccupato per ciò che potrebbe verificarsi nella regione e alle strutture petrolifere a causa degli avvenimenti nella Libia meridionale: "La mia preoccupazione è che sia stata avviata una sequenza di eventi con conseguenze imprevedibili per la Libia". Sanallah ha ribadito che il gruppo armato che controlla l’impianto di al Sharara deve lasciare la zona, altrimenti la Noc non potrà considerare la possibilità di riprendere la produzione. La soluzione migliore per la sicurezza del campo in questione, secondo Sanallah, è quella di schierare una forza delle Guardie petrolifere (Pfg) gestita dalla Noc, anche se che la compagnia adotterebbe questa opzione con una certa riluttanza. "La Noc ha suggerito che, come misura immediata, una forza mista potrebbe fornire una soluzione all'interno di un quadro di sicurezza negoziato dal governo di accordo nazionale a Tripoli e con il sostegno delle Nazioni Unite", ha aggiunto Sanallah. Il giacimento petrolifero è chiuso per cause di forza maggiore dallo scorso dicembre. "La Libia sta ora producendo poco meno di un milione di barili al giorno", ha detto Sanallah. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE