IRAN

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Iran: rapporto intelligence Usa, Teheran continuerà a essere “minaccia” per Washington

New York, 13 apr 18:55 - (Agenzia Nova) - L’Iran continuerà a rappresentare quest’anno una “minaccia” per gli Stati Uniti e per i suoi alleati in Medio Oriente, ma cercherà di non innescare un conflitto diretto con Washington. È quanto si legge nel rapporto annuale dell’intelligence Usa sulle minacce globali. “L’Iran continuerà a rappresentare una minaccia per gli Usa e gli interessi alleati nella regione, in quanto prova a erodere l’influenza statunitense e a sostenere popolazioni sciite all’estero, rafforzare la sua influenza e proiettare il suo potere nei Paesi vicini, deviare pressioni internazionali e minimizzare minacce alla stabilità del regime”, si legge in una sezione del rapporto intitolata “azioni provocatorie iraniane”. Nonostante l’economia “in deterioramento” e la “debole reputazione regionale” rappresentino ostacoli per i suoi obiettivi, Teheran “tenterà una serie di strumenti, diplomazia, espansione del suo programma nucleare, vendite e acquisizioni militari, attacchi di proxy e partner per far progredire i suoi scopi”. “Ci aspettiamo che l’Iran assuma rischi che potrebbero produrre un’escalation di tensioni e minacciare gli interessi di Usa e alleati”, prosegue il rapporto. La disponibilità di Teheran a compiere attacchi dipenderà probabilmente “dalla sua percezione della disponibilità degli Usa a rispondere, dalla sua capacità di condurre attacchi senza innescare un conflitto diretto e dalla prospettiva di danneggiare una potenziale rimozione di sanzioni Usa”. La classe dirigente probabilmente sarà riluttante a impegnarsi diplomaticamente in colloqui con gli Usa a breve termine senza un allentamento delle sanzioni o un ritorno degli Usa nell’accordo sul nucleare (Jcpoa), prosegue il rapporto. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE