MESSICO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Messico: covid, iniziati studi clinici per vaccino "Patria"

Città del Messico, 13 apr 17:36 - (Agenzia Nova) - Il vaccino messicano contro il nuovo coronavirus - con il probabile nome "Patria" - è entrato nella fase I dei test clinici e potrebbe essere disponibile entro la fine dell'anno. Lo ha detto la direttrice del Consiglio nazionale di scienza e tecnica (Cancyt) del Messico, Maria Elena Alvarez-Buylla, segnalando che si sta procedendo alla selezione di 90-100 volontari adulti in buone condizioni di salute per la prima sperimentazione. "Lo studio clinico di fase I è iniziato e ci si trova in fase di reclutamento" dei volontari, ha detto Alvarez-Buylla segnalando che la somministrazione si effettuerà nei prossimi giorni e settimane, con i primi risultati attesi per maggio. L'ingresso nel percorso di test clinici, ha ricordato la funzionaria, è "una grande notizia" perché prova della felice conclusione delle analisi molecolari e precliniche, un passaggio che solo il 10, 20 per cento dei prodotti riesce a compiere. A metà febbraio, il presidente Andres Manuel Lopez Obrador aveva parlato della ricerca portata avanti dal Conacyt per un vaccino nazionale, esprimendo l'auspicio di poterlo chiamare "Patria". "Così come esiste 'Soberana' (sovrana) a Cuba, cosa che ci fa inoltre molto piacere, in Messico anche si stanno facendo ricerche e suggeriremo che il vaccino si possa chiamare Patria", aveva detto il capo dello stato. L'obiettivo delle autorità farmaceutiche è quella di chiedere l'uso in emergenza per il vaccino nazionale, entro dicembre. (segue) (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE