MESSICO

 
 

Messico: sparizione forzate, denunciati 30 elementi della Marina Militare

Città del Messico, 13 apr 12:35 - (Agenzia Nova) - La Marina militare del Messico ha annunciato lunedì la consegna di 30 elementi alla giustizia civile per presunte responsabilità in sparizioni forzate registrate in zone di confine con gli Stati Uniti. Si tratta di casi finiti sotto inchiesta tra febbraio e giugno del 2018, pur se risalenti - secondo il governo - al 2014. Gli indagati, cui un giudice ha attribuito in prima istanza gli arresti preventivi, sarebbero coinvolti in fatti accaduti nella città di Nuovo Laredo nello stato settentrionale di Taumalipas. Il centro abitato, al confine con il Texas, è da tempo oggetto di una lotta criminale oggi apparentemente vinta dal cartello del Nordest, frazione criminale fuoriuscita del noto gruppo "los Zetas". Sequestri e sparizioni di persona sono stati e rimangono alcuni dei reati più efferati nella guerra tra narcotrafficanti. Il coinvolgimento in massa delle forze di sicurezza viene ricondotto alla decisione, presa nel 2006 dall'allora presidente Felipe Calderon, di schierare militari nel contrasto alle bande. Una contiguità che, oltre a introdurre criteri di vera e propria guerra nella lotta alla criminalità, avrebbe finito per permeare le stesse fila delle forze armate. (Mec)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE