LIBANO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libano: quattro banche straniere sospendono relazioni con la Banca centrale

Beirut, 09 apr 18:25 - (Agenzia Nova) - Quattro banche straniere hanno sospeso le loro relazioni finanziarie con la Banca del Libano (Bdl), mettendo a rischio i pagamenti all’estero del Paese dei cedri, i suoi acquisti di beni e il suo accesso a valuta estera. Lo riferisce il quotidiano libanese “Al Akhbar”, citando un memorandum inviato lo scorso 31 marzo dal governatore della Bdl, Riad Salamé, al Procuratore generale libanese, Ghassan Oweidat. Le quattro banche in questione sono la statunitense Wells Fargo, che ha chiuso un conto in dollari della Bdl; la britannica Hsbc, che ha chiuso un conto in sterline; la danese Danske, che ha chiuso un conto in corone svedesi, lasciando peraltro la Bdl sprovvista di una corrispondente estero in quella valuta; la canadese Cibs, che ha restituito tutti i depositi della Banca centrale libanese e ha sospeso le sue relazioni con essa. “La Bdl è in uno stato difficile”, ha scritto il governatore, sottolineando che soltanto la banca statunitense JpMorgan accetta ancora le lettere di credito inviate dalla Banca centrale per importare il carburante della compagnia elettrica nazionale, ma chiede in cambio “garanzie all’altezza degli importi delle lettere di credito”. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE