LIBIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Libia: Sarraj blocca riunione Comitato internazionale follow-up con Dabaiba (4)

Tripoli, 05 mar 09:18 - (Agenzia Nova) - La decisione di Sarraj segue le mosse di un altro protagonista della scena politica libica, il presidente della Camera dei rappresentanti di Tobruk (il parlamento monocamerale libico eletto nel 2014), Aguila Saleh. In un’intervista concessa al quotidiano britannico “The Times”, Saleh - il grande sconfitto insieme al ministro dell’Interno del Gna, Fathi Bashagha, dalle votazioni di Ginevra – Saleh ha affermato che fosse provata la compravendita di voti al Foro di dialogo politico, "questo sarebbe un crimine che non potrebbe essere ignorato". Non solo. Il presidente del parlamento ha accennato alla possibilità di posticipare il voto di fiducia previsto il prossimo 8 marzo a Sirte, città “neutrale” (ma sotto il controllo del generale della Cirenaica) a metà strada fra Tripoli e Bengasi. Penso che sia appropriato posticipare la seduta del parlamento per il voto di fiducia al governo fino a quando il rapporto non sarà pubblicato e di pubblico dominio: se davvero che ci sono casi di tangenti, allora coloro che li hanno commessi dovrebbero essere esclusi", ha detto Saleh, la cui presidenza dalla Camera è sempre più bilico dal momento che secondo gli accordi dell’Lpdf la guida del parlamento spetterebbe alla regione meridionale del Fezzan. (Lit)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE