IRAQ

 
 

Iraq: governo Kurdistan, smantellata rete Stato islamico agli ordini del “califfo” Al Mawla

Erbil, 12 apr 17:55 - (Agenzia Nova) - Le forze di sicurezza della regione autonoma del Kurdistan iracheno hanno smantellato un network di affiliati allo Stato islamico che aveva ricevuto dal “califfo” dell’organizzazione jihadista l’ordine di compiere attacchi “terroristici” nella regione. Lo ha annunciato oggi in un comunicato il Consiglio di sicurezza di Erbil. “Nel quadro degli sforzi continui delle istituzioni legate al Consiglio di sicurezza della regione del Kurdistan, volti a sventare i piani terroristici contro il Kurdistan, le nostre istituzioni hanno ottenuto informazioni secondo cui il ‘califfo’ dello Stato islamico (Is), Hajji Abdallah (uno degli alias con cui è noto il leader Amir Mohammad al Mawla, ndr), ha ordinato a Harith, ‘governatore del Nord-Kurdistan’, e ad Abu Walid, ‘emiro per la sicurezza del governatorato della Siria’, di compiere operazioni terroristiche mediante una cellula comprendente diversi terroristi”, afferma la nota. “Sono stati arrestati tutti i membri della cellula, raggiunti a seguito di un’operazione di successo”, prosegue il comunicato. Durante le inchieste, aggiungono le forze di sicurezza curde, “i terroristi hanno ammesso di stare pianificando l’esecuzione di attacchi tramite la posa di ordigni esplosivi e l’uso di armi silenziate”. Due degli elementi della cellula non sono riusciti a penetrare direttamente in Kurdistan, ma dopo essersi recati illegalmente in Siria si sarebbero spostati in Turchia, da lì in Iran, e dal territorio iraniano infine nella cittadina di Ranya, per poi giungere a Erbil. Le persone arrestate nel corso dell’operazione sono in tutto cinque, secondo la nota. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE