MYANMAR

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Myanmar: Borrell, Russia e Cina bloccano tentativi Onu di intervenire nella crisi

Bruxelles, 11 apr 14:10 - (Agenzia Nova) - Russia e Cina stano bloccando i tentativi del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di intervenire nella crisi in corso in Myanmar, per esempio imponendo un embargo alle armi. Lo denuncia l’Alto rappresentante dell’Ue per la politica estera e di sicurezza, Josep Borrell, in uno scritto pubblicato sul suo blog personale. “La democrazia è sempre sottoposta a sfide in questi giorni, ma in pochi luoghi in modo così drammatico e brutale come in Myanmar”, denuncia l’alto rappresentante. “Eppure, anche di fronte a tanta brutalità, la geopolitica divide la comunità internazionale e ostacola una risposta coordinata. Il Myanmar confina con i due paesi più grandi del mondo per popolazione: Cina e India. La sua posizione lo rende un punto strategico per l’iniziativa cinese Belt and Road ma anche per il corridoio dell'India verso il Mar Cinese Meridionale. Anche altri paesi come il Giappone, la Corea del Sud e Singapore hanno forti interessi economici in Myanmar. E la Russia è il secondo fornitore di armi del Paese, dopo la Cina”, afferma Borrell, che aggiunge: “Pertanto, non sorprende che Russia e Cina stiano bloccando gli sforzi del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, ad esempio quello di imporre un embargo sulle armi”. La Cina “desidera proteggere i suoi interessi strategici nel paese e ha definito il colpo di stato ‘un grande rimpasto di governo’, mentre la Russia insiste sul fatto che si tratta di una questione puramente ‘interna’”. (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE