USA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa: Coface, il deficit potrebbe crescere fino a 56 miliardi di dollari (5)

Parigi, 12 apr 12:51 - (Agenzia Nova) - Joe Biden, diventato presidente degli Stati Uniti il 20 gennaio 2021, è subentrato a Donald Trump, la cui politica "America First" è stata caratterizzata da crescenti tensioni commerciali e dazi doganali, in particolare con la Cina. La campagna elettorale e le prime azioni del Presidente Biden hanno rivelato una politica commerciale parte integrante della sua più ampia politica estera, riassunta dallo slogan "America is Back". Il programma di politica commerciale, pubblicato a inizio marzo, indica come priorità per la sua amministrazione il ripristino della leadership degli Stati Uniti nel mondo e la ricostituzione di partnership e alleanze. Per contro, le prime indicazioni mostrano una posizione più assertiva nei confronti della Cina. Si riflette nel programma commerciale dell'amministrazione, che dà priorità di risposta alle pratiche commerciali "abusive e sleali". Per ora, il Presidente e la sua amministrazione non intendono ridurre i dazi doganali stabiliti nel contesto della guerra commerciale, che potrebbero fungere da leva di negoziazione nelli futuri confronti bilaterali. “I primi cento giorni della Presidenza Biden saranno segnati da una forte ripresa in termini di PIL, un segno + di circa il 5,7 per cento, cosa che probabilmente non avverrà in molti altri paesi, Italia compresa. Gli Stati Uniti riusciranno così, secondo le stime Coface, a riprendere il livello di attività pre-crisi”, commenta Ernesto De Martinis, amministratore delegato di Coface in Italia e Head of Strategy Regione Mediterraneo & Africa. “Il Piano di salvataggio adottato a marzo 2021 è la vera chiave di volta, insieme alla campagna vaccinale, e spingerà molto in alto i consumi. Attenzione però al deficit che crescerà ancora e non di poco”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE