SPECIALE DIFESA

 
 

Speciale difesa: forze governative riprendono il controllo della città di Kaga-Bandoro

Bangui, 12 apr 14:00 - (Agenzia Nova) - Sidiki è morto lo scorso 25 marzo in una struttura sanitaria di Kamba-Kota, dove era stato trasportato in gravi condizioni. Il gruppo, sebbene sia tra i firmatari dell'accordo di Khartum siglato nel febbraio 2020 dal governo e 14 gruppi armati, è uno dei sei gruppi ribelli parte della coalizione Cpc filo-Bozizè. Formatasi a metà dicembre - a poco più di una settimana dalle elezioni presidenziali e legislative - la coalizione Cpc è formata in tutto da sei gruppi armati - 3R, Mpc, Upc, Fprc e due milizie anti-Balaka (gruppi di autodifesa a maggioranza cristiana fedeli a Bozizé e fondati nel 2013 per contrastare l'avanzata dei Seleka) - che hanno sferrato un’offensiva con l'obiettivo di rovesciare il presidente in carica Touadera, poi rieletto per un secondo mandato. L'offensiva è stata lanciata dopo che la Corte costituzionale di Bangui ha escluso Bozizé dalla competizione elettorale per via del mandato di arresto internazionale che pende nei suoi confronti e delle sanzioni delle Nazioni Unite contro di lui con l’accusa di omicidi, torture e rapimenti. In seguito a quella sentenza, considerata da Bozizé e dai suoi sostenitori un’ingiustizia, l’ex capo dello Stato ha così mobilitato la coalizione di opposizione nota con l'acronimo francese Cod 2020 (Coalizione dell’opposizione democratica), mentre i sei gruppi ribelli hanno annunciato la creazione della Coalizione dei patrioti per il cambiamento (Cpc) e sferrato l'offensiva. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE