UCRAINA

 
 

Ucraina: Cremlino, Mosca non intende dichiarare guerra ma non resterà indifferente a destino russofoni

Mosca, 11 apr 14:01 - (Agenzia Nova) - La Russia non intende dichiarare alcune guerra all'Ucraina. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitrij Peskov in un intervento all'emittente televisiva statale "Rossija 1". Peskov ha affermato però che Mosca non resterà "indifferente" nei confronti dei russi che vivono nella parte sud-orientale dell'Ucraina, pur non prendendo parte ad alcuna attività militare. "Naturalmente, nessuno si muoverà verso la guerra, e nessuno accetta alcuna possibilità di una guerra del genere", ha detto Peskov. Alla domanda sulla divisione interna in Ucraina, Peskov ha sottolineato allo stesso modo che "nessuno accetterà la possibilità di una guerra civile in Ucraina". Secondo il portavoce del Cremlino, la Russia non ha mai preso parte agli eventi in Donbass, ma ha sottolineato che "la Russia ha sempre detto che non rimarrà indifferente al destino dei russofoni che vivono nel sud-est del Paese". "Quando sentiamo affermazioni da Kiev sempre più spesso, e da vari livelli, che le misure di Minsk sono già quasi inutili, allora questo probabilmente causa sconcerto non solo tra noi, ma anche a Parigi e Berlino", ha affermato Peskov in riferimento ad alcune dichiarazioni arrivate da Kiev sulla "ridondanza" degli accordi di Minsk. Il portavoce ha aggiunto che sebbene Mosca abbia alcuni disaccordi sul Donbass con i suoi colleghi dei Paesi del Formato Normandia (Francia, Germania, Russia e Ucraina), le posizioni di Parigi, Berlino e Mosca sono in gran parte simili. I negoziati fra i consiglieri politici dei Paesi del Formato Normandia (Francia, Germania, Russia e Ucraina) si svolgeranno il 19 aprile. (Rum)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE