UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ue: Broyer (S&P Global Ratings), l'Europa non rischia lo stesso aumento di inflazione degli Usa

Roma, 09 mar 08:03 - (Agenzia Nova) - "L'Europa non sono gli Stati Uniti, non hanno lo stesso tasso di crescita, non rischiano lo stesso aumento dell'inflazione né l'aumento dei tassi reali che sta spaventando i mercati, Christine Lagarde dovrà spiegare bene questo disallineamento giovedì prossimo". Lo ha detto a "Il Sole 24 Ore" Sylvain Broyer, capo economista Emea di S&P Global Ratings, secondo il quale l'Eurotower non prenderà però decisioni significative, ma per convincere la platea si affiderà alla retorica della sua presidente. Non proverà quindi a calmare li mercato con un'ulteriore accelerazione dei riacquisti. "Non credo ci sia la necessità, perché il livello attuale è sufficiente a coprire le emissioni nette di titoli di Stato di quest'anno e quindi per mantenere i tassi ai livelli attuali. Dopotutto restano oltre mille miliardi di euro da spendere del piano pandemico Pepp e non sono pochi. Al tempo stesso Lagarde dovrà spiegare però bene perché al momento è giusto non aumentare gli acquisti". E si può fare "semplicemente sottolineando che nell'Eurozona non esistono gli stessi problemi degli Stati Uniti: lo scenario inflazionistico è differente e diversi sono anche i rischi di un aumento dei tassi reali. Questo perché se gli interventi monetari di Fed e Bce hanno sostanzialmente avuto la stessa portata, il valore delle misure di stimolo fiscale dell'amministrazione Usa è stato finora tre volte tanto quello delle manovre di tutta l'Eurozona". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE