UE

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Ue: Easa, problemi Boeing 73 Max dovuti a software Mcas

Bruxelles, 27 gen 13:08 - (Agenzia Nova) - L'Agenzia dell'Unione europea per la sicurezza aerea (Easa) ha ricordato che il Boeing 737 Max è stato ritirato in tutto il mondo nel marzo 2019 a seguito del secondo di due incidenti avvenuti nell'arco di soli sei mesi e che hanno causato 346 vittime. L'Easa ha spiegato che la causa principale di questi incidenti è stata fatta risalire a un software noto come Mcas (Maneuvering Characteristics Augmentation System), destinato a rendere l'aereo più facile da maneggiare. Tuttavia, l'Mcas, guidato da un solo sensore dell'angolo di attacco (AoA), si attivava ripetutamente se quel sensore non funzionava correttamente, spingendo più volte il muso dell'aereo verso il basso. In entrambi gli incidenti, i piloti alla fine hanno perso il controllo del loro aereo, provocando un incidente con la perdita totale del velivolo.
Nei giorni successivi all'incidente, l'Easa ha stabilito quattro condizioni per il ritorno in servizio dell'aeromobile: la comprensione sufficiente dei due incidenti (JT610 e ET302), l'approvazione da parte dell'Easa delle modifiche al design proposte da Boeing per affrontare le questioni evidenziate dagli incidenti; una revisione estesa del progetto indipendente; la formazione adeguata degli equipaggi di volo del Boeing 737 Max. Per l'Easa queste condizioni sono ora tutte soddisfatte. (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE