8 MARZO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

8 marzo: premier neozelandese Ardern, vero indicatore non riguarda posizioni di potere ma quante donne perdono lavoro

Bruxelles, 08 mar 17:32 - (Agenzia Nova) - Non importa quante donne siano in posizioni di potere finché nelle statistiche rimane una sovra rappresentazione delle donne nella perdita di posti di lavoro, nel lavoro a basso reddito e nella violenza domestica: quello è il vero indicatore dei progressi compiuti in materia di uguaglianza. Lo ha detto la prima ministra neozelandese, Jacinda Ardern, in un video messaggio in occasione della giornata internazionale della donna al Parlamento europeo. "Il Covid ha evidenziato quanto tutti siamo veramente interdipendenti" e "sottolinea quanto sia importante lavorare insieme per una ripresa sostenibile che soddisfi le nostre economie e il nostro pianeta, ma che metta anche le persone al centro del nostro processo decisionale", ha detto. "In Nuova Zelanda, il nostro approccio alla lotta contro il Covid è stato quello all'insegna dell'inclusività: l'idea che tutti debbano fare la loro parte per proteggersi a vicenda, specialmente i più vulnerabili. Parlo spesso della nostra popolazione come 'la squadra dei cinque milioni'. Saremmo anche una piccola squadra, ma che ha comunque dimostrato il potere e l'importanza della collettività", ha sottolineato. Dalla Nuova Zelanda al mondo, la premier ha evidenziato che "non siamo una squadra di cinque milioni, ma siamo una squadra di 7,8 miliardi" e che "il successo di singoli Paesi o regioni significa poco, senza il successo di tutti". (segue) (Beb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE