SPAGNA

 
 

Spagna: Garamendi (Ceoe), senza riforme tutto il denaro dell'Europa servirà a poco

Madrid, 08 mar 10:06 - (Agenzia Nova) - All'inizio della crisi scatenata dalla pandemia del coronavirus, le aziende spagnole avevano problemi di liquidità che sono stati risolti con la cassa integrazione straordinaria (Erte) e le linee di credito statali (Ico), ma ora si è passati ad un problema di solvibilità. Lo ha dichiarato in un'intervista al quotidiano "Cinco Dias", Antonio Garamendi, presidente della Confederazione spagnola delle organizzazioni imprenditoriali (Ceoe) che ha lanciato l'allarme in particolare per alcuni settori come quelli quella ristorazione e del turismo. Per questo motivo il presidente della Ceoe chiede al governo "aiuti diretti" che possano dare respiro alle attività economiche messe in ginocchio dalla terza ondata della pandemia del Covid-19. In merito alle risorse che la Spagna riceverà dal Fondo per la ripresa dell'Unione europea, Garamendi ha evidenziato che se le riforme annunciate e richiesta da Bruxelles non vengono realizzate o se vengono realizzate male "tutto il denaro che arriva servirà a poco". Secondo il presidente della Ceoe in Spagna c'è bisogno di una "nuova economia" in modo che i fondi "investano nelle nostre aziende". In termini di riforme, secondo Garamendi, le condizionalità stabilite dall'Europa hanno "poco a che fare" con le proposte di alcune parti del governo", riferendosi implicitamente ad Unidas Podemos, principale partner di governo dell'esecutivo di Pedro Sanchez. (Spm)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE