SUDAN-ETIOPIA

 
 

Sudan-Etiopia: Khartum accusa governo etiope di aver fornito sostegno militare a gruppo ribelle sudanese

Khartum, 08 mar 10:29 - (Agenzia Nova) - Il governo etiope ha recentemente fornito armi e munizioni a un gruppo ribelle sudanese per attaccare la città di confine di Yabous, nello Stato del Nilo Azzurro. È quanto riferisce l'agenzia di stampa ufficiale sudanese “Suna”, secondo cui il supporto militare è stato fornito lo scorso 27 febbraio ed è stato ricevuto dal comandante Joseph Tuka (numero due del Movimento di liberazione del popolo sudanese-Nord, Splm-N) e da alcuni dei suoi luogotenenti. “Il governo etiope ha fornito supporto logistico alle forze di Joseph Tuka, comprese armi, munizioni e attrezzature da combattimento”, scrive l’agenzia citando funzionari sudanesi, secondo cui l’obiettivo da parte dei ribelli è quello di occupare la città di confine di Kurmuk con il sostegno dell'artiglieria etiope. Tuka è stato nominato numero due dell'Splm-N l'8 agosto 2017 dopo la scissione del gruppo in due fazioni, una guidata da Abdel Aziz al Hilu e l'altra da Malik Agar. Gli attacchi dei miliziani nell’area di confine – sostenuti dall'esercito etiope – e i contrattacchi delle forze sudanesi hanno minato le buone relazioni tra i due Paesi quando Addis Abbas nel dicembre scorso ha rivendicato la proprietà del triangolo di al Fashaqa, che si trova all'interno dei confini internazionali del Sudan. Se le accuse saranno confermate, potrebbero dare un'indicazione sul possibile futuro sostegno del Sudan ai ribelli del Fronte di liberazione del popolo del Tigrè (Tpllf) che continuano a combattere contro l'esercito etiope nelle aree di confine tra Sudan ed Etiopia. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE