PAPA IN IRAQ

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Papa in Iraq: la Chiesa è viva, siate artigiani di un nuovo ordine sociale

Baghdad, 07 mar 15:43 - (Agenzia Nova) - Papa Francesco ha trovato in Iraq una chiesa “viva”, lontana dalle “nefaste suggestioni del potere e del denaro”, e un popolo “santo e fedele” a cui ha chiesto di essere “strumento della pace di Dio e della sua misericordia, artigiano paziente e coraggioso di un nuovo ordine sociale”. Dallo stadio Franso Hariri di Erbil, ultimo impegno pubblico della “tre giorni” in Iraq, struttura dove il Santo padre è arrivato con un’ora di ritardo a causa della folla festosa che ha rallentato il corteo papale, Bergoglio ha rivelato uno dei motivi che lo hanno portato a svolgere una visita tanto complessa dal punto di vista organizzativo quanto pericolosa per la sua sicurezza. “La Chiesa in Iraq, con la grazia di Dio, ha fatto e sta facendo molto per proclamare questa meravigliosa sapienza della croce diffondendo la misericordia e il perdono di Cristo, specialmente verso i più bisognosi. Anche in mezzo a grande povertà e difficoltà, molti di voi hanno generosamente offerto aiuto concreto e solidarietà ai poveri e ai sofferenti. Questo è uno dei motivi che mi hanno spinto a venire in pellegrinaggio tra di voi a ringraziarvi e confermarvi nella fede e nella testimonianza. Oggi, posso vedere e toccare con mano che la Chiesa in Iraq è viva, che Cristo vive e opera in questo suo popolo santo e fedele”, ha detto Bergoglio. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE