COVID

 
 

Covid: Dmitriev (Rdif), nemici della Russia stanno montando questione politica su Sputnik V

Roma, 07 mar 16:07 - (Agenzia Nova) - I nemici della Russia stanno cercando di fare delle forniture e della produzione del vaccino Sputnik V una “quesitone politica”. Lo ha affermato l’amministratore delegato del Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif), Kirill Dmitriev, in un’intervista a “Mezz'ora in più” su “Rai3”. “Molti stanno cercando di fare attraverso lo Sputnik V una guerra contro la Russia ma non è un problema politico qua si tratta di solidarietà europea e salvare vite umane”, ha dichiarato Dmitriev sottolineando come quest’ostilità e mancanza di fiducia nei confronti del siero si debba “ai nemici della Russia”. Per questo, serve “separare la politica dalla produzione dei vaccini anti Covid”, ha proseguito l’Ad di Rdif che ha commentato le parole della presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, sul fatto che nemmeno i cittadini russi vogliono vaccinari con Sputnik V. “Ci sono informazioni sbagliate (…) se guardiamo il numero dei pazienti russi che hanno ricevuto il vaccino questi sono il doppio del Regno Unito, ovvero tra i 40 e 60 milioni”, ha dichiarato. “Abbiamo avuto apprezzamenti da Macron, il cancelliere austriaco (Sebastian Kurz) Merkel. I russi vengono vaccinati e chiunque vuole lo farà entro il giugno di quest’anno”, ha aggiunto.
(Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE