ARABIA SAUDITA

 
 

Arabia Saudita: M5s, Renzi in conflitto interessi, scelga tra Senato e Board

Roma, 03 mar 13:17 - (Agenzia Nova) - "Passano i giorni e da Matteo Renzi non abbiamo ancora avuto le necessarie spiegazioni. Non è tollerabile che un senatore, rappresentante del popolo italiano, riceva pagamenti da uno Stato straniero così che sieda nel Consiglio della fondazione saudita Future Investment Initiative Institute dalla quale, a quanto si apprende dai media, percepisce almeno 80 mila euro annui". Lo puntualizzano in una nota i deputati e le deputate del Movimento cinque stelle in commissione Esteri. "Soldi - continuano - elargiti da quel bin Salman accusato da un rapporto della Cia di essere dietro il barbaro assassinio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. In tal senso, alla Camera abbiamo depositato una proposta di legge - a prima firma del nostro Francesco Berti - che prevede che un ministro, un sottosegretario o un parlamentare che, durante il proprio mandato e nell'anno successivo, incassa una somma di denaro superiore a 5.000 euro da uno Stato estero o da un ente da esso controllato decade e scatta l'interdizione per cinque anni. La situazione è chiara: o Renzi si dimette da senatore o dal board saudita, tertium non datur". (Com)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE