USA

 
 

Usa: i Dem al Senato raggiungono accordo per l’estensione dei sussidi di disoccupazione

New York, 06 mar 09:47 - (Agenzia Nova) - I senatori democratici hanno raggiunto un accordo nelle scorse ore per estendere fino al prossimo 6 settembre i sussidi di disoccupazione da 300 dollari a settimana varati dalle autorità federali degli Stati Uniti nel quadro della crisi pandemica, aprendo la strada così all’approvazione del piano di salvataggio economico da 1.900 miliardi di dollari promosso dal presidente Joe Biden. Lo scrive il “Wall Street Journal”, secondo cui il maxi-pacchetto di aiuti a cittadini, imprese ed enti locali potrebbe essere approvato già nella giornata di oggi. I negoziati sui sussidi hanno visto protagonista Joe Manchin, senatore democratico della Virginia occidentale, le cui resistenze hanno impedito alla camera alta del Congresso di discutere una lunga serie di emendamenti al piano. Rispetto alla versione del pacchetto già approvata la scorsa settimana alla Camera dei rappresentanti, l’accordo prevede l’estensione della durata dei sussidi federali di disoccupazione (dal 29 agosto al 6 settembre) e il loro ridimensionamento (da 400 a 300 dollari a settimana).

I Dem hanno inoltre raggiunto un’intesa per rendere i primi 10.200 dollari di sussidi del 2020 non tassabili per le famiglie con redditi inferiori ai 150 mila dollari l’anno. “Abbiamo trovato un compromesso che consentirà all’economia di riprendersi rapidamente e che, nel contempo, proteggerà chi riceve sussidi di disoccupazione da tasse inattese il prossimo anno”, ha spiegato Manchin in una dichiarazione. La portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, ha già fatto sapere che Biden sostiene l’accordo raggiunto dai Dem al Senato. Il piano di salvataggio della nuova amministrazione prevede anche pagamenti diretti da 1.400 dollari ai cittadini più in difficoltà, fondi per 350 miliardi di dollari a Stati ed enti locali, finanziamenti per la distribuzione dei vaccini e altre misure. Tuttavia, il pacchetto non è sostenuto dal Partito repubblicano, che nel frattempo ha bloccato il tentativo del senatore progressista Bernie Sanders di reinserire all’interno del piano di salvataggio l’aumento a 15 dollari l’ora del salario minimo per i lavoratori in tutti gli Stati Uniti. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE