SCUOLA

 
 

Scuola: Consiglio di Stato conferma stop a didattica in presenza, ma Regione Campania dovrà rendere accessibili dati contagio

Napoli, 04 mar 16:56 - (Agenzia Nova) - Il Consiglio di Stato ha detto "no" alla richiesta di sospensiva dell’ordinanza n. 6 della Regione Campania relativa allo stop alla didattica in presenza fino al 14 marzo. La richiesta era stata presentata da un gruppo di genitori preoccupati in particolare per la sospensione generalizzata delle attività delle scuole materne e primarie. Il presidente della Terza Sezione del Consiglio di Stato, Franco Frattini, nelle motivazioni alla base della decisione ha sottolineato, tuttavia, che dovrà essere cura del presidente della Regione, Vincenzo De Luca, rendere accessibili i documenti scientifici posti a base della scelta di fermare la didattica in presenza, allo scopo di "mantenere il costante monitoraggio dei dati" al fine di valutare una possibile "anticipazione del ripristino della presenza scolastica nelle classi degli scolari più giovani, che forse più degli altri hanno necessità di presenza in classe per il loro ottimale sviluppo relazionale e psicofisico oltreché educativo". In merito, il Coordinamento scuole aperte Campania ha fatto sapere di condividere il principio espresso dal Consiglio di Stato: "Pertanto, come annunciato - spiegano - nei prossimi giorni depositeremo il ricorso volto alla tutela del diritto all'istruzione e del sano sviluppo psicofisico ed educativo dei nostri bambini e ragazzi campani che l'ordinanza n. 6 della Regione Campania, unitamente alle precedenti, ha compromesso". "Vigileremo affinché la Regione esponga i dati", e in caso di nuovi provvedimenti contrastanti con quanto stabilito dal Consiglio di Stato, "saremo pronti ad impugnare ed a proseguire nella tutela dei nostri bambini e ragazzi", concludono. (Ren)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE