INDIA

 
 

India: Bengala Occidentale, leader Tmc e governo Mamata Banerjee presenta candidature

Nuova Delhi, 05 mar 14:12 - (Agenzia Nova) - L’All India Trinamool Congress (Tmc) al governo nello Stato indiano del Bengala Occidentale, ha presentato una lista di 291 candidati in vista delle elezioni per il rinnovo dell’assemblea legislativa, di 294 seggi, che si terranno in otto fasi dal 27 marzo al 29 aprile. La leader del partito e dell’esecutivo, Mamata Banerjee, si presenterà nel collegio di Nandigram, nel distretto di Mandipore Est, invece che in quello di Bhawanipore, Calcutta Sud, dove è stata finora eletta. Mamata, come è nota, ha annunciato che si recherà in visita a Nandigram il 9 o 10 marzo e ha sottolineato che nell’elenco dei candidati ci sono 50 donne, 86 membri di caste e tribù svantaggiate e 42 musulmani. La leader ha aggiunto di avere l’appoggio del Rashtriya Janata Dal (Rjd), del Partito socialista (Sp), dello Shiv Sena (Ss), del Partito nazionalista del Congresso (Ncp) e del Jharkhand Mukti Morcha (Jmm). A Nandigram il Partito del popolo indiano (Bjp), che non ha ancora presentato la sua lista, potrebbe opporle Suvendu Adhikari, che si è offerto per la sfida.

C’è poi un’alleanza formata dal Congresso nazionale indiano (Inc), dal Fronte di sinistra e dal Fronte laico indiano (Isf), che oggi ha presentato un primo elenco di candidati. Il Congresso, il cui leader locale è Adhir Ranjan Chowdhury, si presenterà in 62 seggi mentre il Fronte di sinistra, guidato da Biman Bose, in 165 e l’Isf di Abbas Siddiqui in 37. Nella legislatura uscente l’All India Trinamool Congress aveva la maggioranza assoluta (209 seggi) mentre le principali forze di opposizione erano il Partito del popolo indiano con 27 seggi, il Congresso con 23 e il Partito comunista d’India marxista (Cpim) con 19. Le elezioni inizieranno il 27 marzo. La seconda fase si terrà il primo aprile e le successive il 6, il 10, il 17, il 22, il 26 e il 29 aprile. Sono in programma elezioni anche negli Stati dell’Assam, del Kerala, del Tami Nadu e nel Territorio di Pondicherry (a partire dal 26 marzo) e per tutti lo scrutinio è stato fissato al 2 maggio.

Il Bengala Occidentale, capitale Calcutta, si trova nel nord-est dell’India ed è stato istituito nel 1950. Fa parte della regione etno-linguistica del Bengala, culla del movimento di indipendenza dall’impero britannico, divisa nel 1947 in Bengala Occidentale, appartenente all’India, e Bengala Orientale, dapprima del Pakistan e più tardi divenuto indipendente come Bangladesh. È il quarto Stato dell’India per popolazione, con oltre 91 milioni di abitanti, e il sesto per prodotto interno lordo, con un’economia prevalentemente agricola. Il suo territorio si estende da nord a sud dall’Himalaya al Golfo del Bengala ed è pertanto molto vario per flora e fauna. I parchi nazionali sono cinque, tra i quali quello delle Sundarbans, le foreste di mangrovie, celebre per la tigre del Bengala e riconosciuto come Patrimonio dell’umanità dall’Unesco, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura. (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE