PERù

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Perù: prima ministra Bermudez, elezioni non verranno posticipate causa Covid (3)

Lima, 21 gen 11:53 - (Agenzia Nova) - In dichiarazioni che hanno avuto molto risalto sulla stampa nazionale Fujimori, ha annunciato che in caso di vittoria concederà l’indulto a suo padre, l’ex presidente Alberto Fujimori, condannato a 25 anni di carcere per reati contro l'umanità. "Dopo quello che abbiamo passato, sono favorevole all’indulto per mio padre”, ha detto Keiko Fujimori parlando al programma televisivo “Cuarto Poder”. Qualora non venisse eletta, ha aggiunto, chiederà al prossimo presidente di applicare la misura. Le elezioni si terranno in Perù il prossimo 11 aprile. Presidente del Perù dal luglio del 1990 al novembre del 2000, Alberto Fujimori è già stato condannato a 25 anni di carcere per reati contro l'umanità. In particolare gli si addebita la responsabilità delle efferate azioni sferrate dai gruppi paramilitari nei confronti di presunti terroristi di "Sendero lumionso", il più importante dei quali - il cosiddetto "Grupo Colina" - è autore dei pesanti massacri di Barrios Altos (1991) e La Cantuta (1992). Nel 2000, incalzato dal montare delle accuse in patria, Fujimori aveva approfittato di una trasferta istituzionale in Brunei per recarsi in Giappone, paese di cui ha il passaporto, e da lì, consegnare le dimissioni via fax. Lima aveva a lungo chiesto a Tokyo, senza successo, di estradare l'ex presidente. Fujimori è stato però arrestato nel corso di un viaggio fatto a bordo di un aereo privato in Cile. Qualche mese dopo sarebbe tornato in patria per iniziare ad affrontare i processi. (segue) (Brb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE