LIBIA

 
 

Libia: esponente Stato islamico ammette coinvolgimento in attacco al consolato Usa a Bengasi

Tripoli, 19 gen 08:53 - (Agenzia Nova) - L’Ufficio federale di investigazione degli Stati Uniti (Fbi) ha interrogato il tedesco-turco Yunus Emre Sakarya, imprigionato nel nord dell'Iraq, che ha ammesso di essere stato coinvolto nell'attacco al consolato statunitense a Bengasi del 2012. Lo rivelano fonti dell'emittente libica "218 Tv". Sakarya ha ammesso agli ufficiali di polizia federale degli Stati Uniti di aver consegnato attrezzature militari e parti di armi all'organizzazione terroristica dello Stato islamico. Le armi che ha consegnato sarebbero dispositivi per la visione notturna, mirini telescopici, tute da combattimento, antenne e scanner wireless, fucili mitragliatori Kalashnikov e droni Skywalker X8. In base alla deposizione di Sakarya tutte le armi e le attrezzature menzionate sarebbero state contrabbandate dalla Turchia in Siria e poi in Libia attraverso intermediari.
(Lib)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE