REGNO UNITO

 
 

Regno Unito: ministro Esteri Raab valuta ritiro giudici britannici dalla corte di Hong Kong

Londra, 24 nov 2020 09:35 - (Agenzia Nova) - Il ministro degli Esteri del Regno Uniti, Dominic Raab, sta valutando se ritirare il meccanismo che consente ai giudici britannici di sedere nella più alta corte di Hong Kong, in risposta a quelli che ha definito i tentativi della Cina di erodere l'autonomia e le libertà promesse dalla città. Secondo quanto riferisce "Hong Kong Free Press", i commenti di Raab sono arrivati nel rapporto semestrale del governo britannico su Hong Kong, pubblicato ieri, 23 novembre. Raab descrive l'imposizione della legge sulla sicurezza nazionale il 30 giugno come "una chiara e grave violazione della Dichiarazione congiunta" che stabilisce i termini del passaggio di consegne della città nel 1997 e una minaccia per i diritti e le libertà del popolo di Hong Kong. Nel rapporto, Raab ha affermato che sta esaminando con il capo della Corte Suprema britannica "se continua ad essere appropriato che i giudici britannici siedano come giudici non permanenti presso la Corte d'appello finale di Hong Kong". Ci sono 13 giudici stranieri, tra cui otto britannici, tra i 17 membri non permanenti della più alta corte di Hong Kong. Il documento di 29 pagine ha evidenziato diverse violazioni dell'autonomia di Hong Kong, tra cui ad esempio la decisione del governo di ritardare l'elezione del Consiglio legislativo (LegCo). Il rapporto conclude una critica alla Cina che definisce incapace di "essere all'altezza delle proprie responsabilità internazionali rispetto a Hong Kong, promulgando una legislazione che viola la sua autonomia e minaccia lo strangolamento delle sue libertà".

(Rel)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE