EGITTO

 
 

Egitto: ministro Petrolio, avanti con i piani rendere Paese hub energetico regionale

Il Cairo, 04 mar 12:28 - (Agenzia Nova) - L’Egitto prosegue nei suoi piani per diventare uno snodo regionale per il commercio di energia. Lo ha dichiarato il ministro del Petrolio egiziano, Terek el Molla, intervenendo alla conferenza “CeraWeek”. "L'Egitto continua a creare un clima favorevole alla trasformazione in un hub regionale per il commercio di energia. Uno dei passaggi più importanti è stato il ripristino dell'impianto di liquefazione di Damietta gestito da Eni insieme al potenziamento delle infrastrutture petrolifere e del gas e terminal in espansione e reti di condutture, per non parlare dell'istituzione della prima Autorità di regolamentazione del gas (Gra)", ha dichiarato il ministro egiziano. "L'Egitto è riuscito a trasformarsi in un esportatore di Gnl da importatore dopo essere riuscito nello sviluppo di una serie di scoperte di gas naturale nel Mediterraneo, la principale delle quali è stata il mega-giacimento Zohr", ha affermato il ministro del Petrolio egiziano. "L'Egitto ha assunto un ruolo guida nella cooperazione con i Paesi e le entità regionali per istituire l'East Med Gas Forum (Emgf) come piattaforma per un'efficace cooperazione tra i Paesi regionali in modo da ottenere il massimo beneficio economico dalle risorse a gas ed esportarle in Europa", ha proseguito El Molla. Nel suo intervento, l'esponente del governo del Cairo ha anche affrontato la Strategia 2025 avviata dall’Egitto per espandere l'uso di energia pulita attraverso la diversificazione delle risorse energetiche, spiegando che l'obiettivo è arrivare al 40 per cento dell'elettricità generata da energia solare ed eolica. "Ci sono colloqui con la Germania e il Belgio per utilizzare l'idrogeno pulito", ha aggiunto El Molla.
(Cae)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE