ETIOPIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Etiopia: Comitato protezione giornalisti "preoccupato" per detenzione cronisti nel Tigrè (2)

Addis Abeba, 02 mar 15:30 - (Agenzia Nova) - Lo scorso 27 febbraio, denuncia il Cpj, i militari etiopi hanno arrestato due traduttori - Fitsum Berhane e Alula Akalu, che collaboravano rispettivamente con "Afp" e "Financial Times" - e un giornalista locale, Tamrat Yemane, mentre oggi i militari hanno arrestato Girmay Gebru, un giornalista del servizio in lingua tigrina della "Bbc", insieme ad altre quattro persone mentre si trovavano in un caffè a Macallè, capitale del Tigrè, conducendoli in una caserma militare locale, secondo quanto riferito dalla stessa emittente. Le autorità non finora fornito alcuna motivazione ufficiale per gli arresti. Lo scorso 24 febbraio l’Autorità etiope per le radiotrasmissioni (Eba) ha sollecitato i media internazionali a cui è stato concesso l'accesso alla regione del Tigrè a riferire in modo “accurato e veritiero, oltre che professionale”, i fatti e gli eventi coperti. in un comunicato, l’Eba ha inoltre osservato che i media internazionali devono attenersi alle leggi e alla Costituzione etiope. “Se non si atterranno ad esse, l'autorità prenderà misure correttive per garantire la pace, la sovranità e la sicurezza del Paese”, si legge nella dichiarazione. Il governo dell'Etiopia ha finora autorizzato l’accesso al Tigrè a sette organi di stampa internazionali: “Afp”, “Al Jazeera”, “New York Times”, “France 24”, “Reuters”, “Bbc” e “Financial Times”. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE