ETIOPIA

 
 

Etiopia: fonti intelligence, 370 militari somali uccisi nel conflitto del Tigrè

Mogadiscio, 18 gen 10:31 - (Agenzia Nova) - Almeno 370 militari somali sarebbero stati uccisi nel conflitto del Tigrè dopo essere stati arruolati segretamente per combattere al fianco delle Forze di difesa nazionali etiopi (Endf) contro il Fronte di liberazione popolare del Tigrè (Tplf). È quanto rivelato da fonti d’intelligence citate dal quotidiano “Garowe Online”, secondo cui i militari somali uccisi hanno un'età compresa tra i 20 e i 30 anni e sarebbero stati selezionati dai vertici militari di Mogadiscio segretamente e senza che i loro famigliari ne fossero a conoscenza. Al momento nessuna conferma ufficiale è giunta al riguardo. Le forze armate etiopi lavorano da anni a stretto contatto con l’Esercito nazionale somalo (Sna) nella lotta contro al Shabaab. Quanto al conflitto nel Tigrè, il governo federale somalo aveva inizialmente chiesto il dialogo tra le parti, tuttavia la posizione è in seguito mutata portando al licenziamento del ministro degli Esteri Ahmed Awad, che secondo fonti interne citate dalla stampa somala sarebbe stato accusato di essere un “simpatizzante” dei combattenti del Tplf. La Somalia è uno dei principali partner per la sicurezza dell'Etiopia nel Corno d'Africa e lo scorso anno i leader di Somalia, Eritrea ed Etiopia hanno firmato un accordo ad Asmara per il rilancio della cooperazine regionale. Sul fronte della sicurezza, le tre parti hanno inoltre approvato un piano globale che prevede di combattere e neutralizzare le “minacce comuni” come il terrorismo, le armi, il traffico di esseri umani e il contrabbando di droga. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE