USA

 
 

Usa: i legali di Trump sono pronti a intentare una nuova causa in Georgia

New York, 23 nov 2020 08:12 - (Agenzia Nova) - Uno degli avvocati del presidente Donald Trump, Jordan Sekulow, ha annunciato che la campagna dell’inquilino uscente della Casa Bianca presenterà entro domani, 24 novembre, nuove accuse di irregolarità che inficerebbero l’esito dell’elezione presidenziale nello Stato della Georgia, dove un riconteggio manuale dei voti ha già confermato la vittoria del candidato democratico alla Casa Bianca, Joe Biden. “Abbiamo già pronte cause legali che presenteremo in Georgia, probabilmente lunedì o martedì”, ha dichiarato Sekulow all’emittente televisiva “Newsmax”.

“Non posso anticipare i dettagli al momento, ma quanto sta per arrivare in Georgia sarà scioccante”, ha aggiunto l’avvocato, precisando che le cause verranno intentate presso una corte federale. “Non è nulla di quanto abbiamo già discusso sinora. Non ne abbiamo parlato nemmeno durante la conferenza stampa” tenuta dai legali di Trump la scorsa settimana, ha detto Sekulow. Jordan Sekulow è figlio dell’avvocato Jay Sekulow, che ha difeso Trump in occasione della procedura di impeachment a suo carico per le presunte influenze indebite sul governo dell’Ucraina.

La campagna del presidente Trump è parsa però prendere le distanze dall’ex procuratrice Sidney Powell, che pure nelle ultime settimane è stata alla testa degli sforzi legali dell’inquilino uscente della Casa Bianca, tesi a dimostrare le presunte frodi alle elezioni presidenziali dello scorso 3 novembre. In una breve nota pubblicata nel pomeriggio di ieri, 22 novembre, l’avvocato personale di Donald Trump Rudy Giuliani, e la consulente legale Jenna Ellis precisano che Powell “non è membro del team legale di Trump”, e “non è suo avvocato neanche sul piano personale”.

Powell aveva però partecipato assieme a Giuliani ad una conferenza stampa di circa 90 minuti la scorsa settimana ,durante la quale gli avvocati di Trump avevano presentato elementi a sostegno delle loro accuse di irregolarità nel voto del 3 novembre. Era stato lo stesso Trump, lo scorso 14 novembre, a citare Powell – nota anche per il suo ruolo di avvocato difensore del generale Michael Flynn – tra le nuove aggiunte al suo team legale. Nei giorni scorsi Powell ha affermato in più occasioni che la squadra legale di Trump disporrebbe di prove consistenti di frode tramite i sistemi di voto elettronici di Dominion; al momento, però, la squadra legale di Trump ha prodotto a sostegno di tali accuse solamente alcune dichiarazioni giurate e valutazioni di esperti informatici. Powell e la campagna legale di Trump non hanno risposto per ora alle richieste di commenti in merito al comunicato di Giuliani. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE