SPECIALE INFRASTRUTTURE

 
 

Speciale infrastrutture: Roma, Camilli (Unindustria), risorse vanno messe a sistema, serve buona amministrazione e investimenti

Roma, 03 mar 16:30 - (Agenzia Nova) - "La nostra regione ha subito una perdita di Pil dell' 8,1 per cento, ha perso un pochino meno del dato complessivo nazionale (9 per cento). Il Lazio ha subìto una perdita importante per la pandemia". Lo ha detto il presidente di Unindustria, Angelo Camilli che ha partecipato al webinar dell'associazione il Timone, insieme al presidente dell'associazione Giancarlo Cremonesi, per fare il punto sulle conseguenze della crisi economica in corso, della situazione politica nazionale ma anche locale, in vista delle amministrative di Roma. "Ci sono alcuni settori che hanno tenuto bene, come manifatturiero, farmaceutico, difesa, automotive. I settori che hanno subìto conseguenze più drammatiche fanno parte di tutto il mondo dei servizi legati al turismo e all'audiovisivo. Il blocco sostanziale del 2020 che ancora perdura dei flussi turistici ha creato situazione di azzeramento in alcuni settori. Abbiamo tutte le risorse per recuperare, per questo anno è prevista crescita del Pil intorno al 3-4 per cento - ha spiegato Camilli -. La questione fondamentale è uscire prima possibile dalla pandemia. Roma e il Lazio hanno molti settori industriali forti, ad esempio quello farmaceutico, con Latina e Frosinone prima e terza provincia in Italia per settore farmaceutico; difesa e metalmeccanico, il digitale, sono tutti settori forti nella nostra regione. Le risorse ci sono, abbiamo infrastrutture importanti. Le risorse le abbiamo tutte, chiaramente vanno valorizzate e messe a sistema. Fondamentale ridare alla città e alla Regione fiducia e ottimismo per il futuro e questo si fa attraverso una buona amministrazione e lancio di nuovo investimenti. Tema infrastrutturale sarà fondamentale", ha concluso Camilli. (Rer)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE