USA

 
 

Usa: seguaci QAnon attendono “inaugurazione Trump” del 4 marzo, autorità non temono violenze

New York, 02 mar 23:33 - (Agenzia Nova) - Gli apparati della sicurezza di Washington Dc e del Campidoglio degli Stati Uniti non si aspettano manifestazioni violente nella giornata di giovedì 4 marzo, giorno in cui i seguaci della teoria cospirazionista di QAnon ritengono che l'ex presidente, Donald Trump, si insedierà alla Casa Bianca per il suo secondo mandato. Lo riferiscono i media Usa. Secondo coloro che seguono tali teorie, Trump è rimasto finora in una sorta di nascondimento – fatta salva la sua partecipazione alla Conservative Political Action Conference (Cpac) – ma tornerà in pubblico il 4 marzo, data di inaugurazione dei presidenti Usa fino al 1933. Successivamente, con il ventesimo emendamento, il giorno per l’insediamento dei capi di Stato Usa fu anticipato al 20 gennaio. I seguaci di QAnon continuano a negare che il democratico Joe Biden sia effettivamente il presidente degli Stati Uniti e in un certo senso “adattano” gli avvenimenti alla teoria cospirativa. “Forbes”, ad esempio, sottolinea che nel momento in cui giovedì Trump non riassumerà il suo incarico probabilmente i seguaci di QAnon sceglieranno il 20 marzo come ulteriore data per nuovi sviluppi. La stessa cosa è avvenuta prima dell’inaugurazione di Biden, quando credevano che Trump sarebbe arrivato alla cerimonia di insediamento per reclamare il potere e “giustiziare i democratici”. Cosa che, ovviamente, non si è verificata.
(Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE