FRANCIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Francia: Sarkozy, la mia condanna è una profonda ingiustizia

Parigi, 02 mar 19:41 - (Agenzia Nova) - La mia condanna è una "profonda ingiustizia". Lo ha detto l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, in un'intervista rilasciata al quotidiano "Le Figaro", dopo essere stato condannato a tre anni, di cui due con al condizionale per corruzione e traffico di influenze. La sentenza è arrivata nell'ambito di quello che è stato ribattezzato come "il processo delle intercettazioni", che ha portato alla sbarra anche l'avvocato Thierry Herzog e l'ex magistrato Gilbert Azibert, condannati anche loro. Nel 2014, mentre stavano indagando su un altro caso che vede implicato Sarkozy, gli inquirenti hanno scoperto che l'ex presidente francese aveva una linea telefonica intestata ad un certo Paul Bismuth. Questo numero veniva utilizzato da Sarkozy solamente per parlare con il legale, che a sua volta era in contatto con il magistrato per ottenere informazioni su un altro processo, in cambio di una promozione al alla Corte di Revisione giudiziaria a Monaco. "Ho sentito l'ingiustizia profonda, scioccante, delle procedure lanciate contro di me da dieci anni. Ho anche conservato la mia determinazione affinché trionfino il diritto e la giustizia, dome dovrebbe avvenire in uno Stato di diritto", ha detto l'ex capo dello Stato. (segue) (Frp)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE