HONG KONG

 
 

Hong Kong: 12 fuggitivi, consentite visite di familiari per due dei detenuti a Shenzhen

Hong Kong, 26 gen 08:36 - (Agenzia Nova) - Ai familiari di due dei dieci attivisti pro-democrazia di Hong Kong detenuti nella Cina continentale è stato permesso di visitarli per la prima volta da quando il gruppo è stato arrestato lo scorso agosto mentre cercava di fuggire a Taiwan in motoscafo. Lo riferisce il quotidiano "Hong Kong Free Press". Le famiglie di Li Tsz-yin e Kwok Tsz-lun hanno completato ieri, 25 gennaio, la quarantena per il coronavirus e hanno avuto il permesso di visitare Li e Kwok per un'ora al centro di detenzione di Yan Tian, nella città di confine di Shenzhen, dove i due stanno scontando un periodo di sette mesi di pena detentiva. Il gruppo dei 12 – che stava affrontando accuse penali a Hong Kong legate alle proteste del disegno di legge sull'estradizione – è stato arrestato dalla guardia costiera cinese il 23 agosto dello scorso anno in rotta verso Taiwan. Otto sono stati accusati di aver attraversato illegalmente il confine e condannati a sette mesi di carcere, mentre due a tre anni con l'accusa di aver organizzato l'attraversamento. Due che al momento dei fatti erano minorenni sono stati rimandati a Hong Kong e dovranno affrontare un processo in città. La madre di Li ha dichiarato a due media locali che lei e la zia di Li sono arrivate al centro di detenzione ieri alle 10. Li le ha spiegato che non è stato picchiato o spaventato in nessun modo. Alle famiglie sono consentite due visite al mese. Secondo la madre di Li, verrà rilasciato il 22 marzo.
(Cip)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE