USA

 
 

Usa: “Wsj”, colossi cinesi telecomunicazioni cercano di evitare deindicizzazione in borsa

New York, 21 gen 23:01 - (Agenzia Nova) - Le tre maggiori aziende cinesi nel campo delle telecomunicazioni hanno chiesto alla Borsa di New York (New York Stock Exchange, Nyse) di fare marcia indietro sul processo di deindicizzazione (delisting) dei loro titoli dal mercato azionario Usa. Lo riferisce il “Wall Street Journal”, sottolineando che si tratta dell’ennesimo capitolo della disputa sull’opportunità o meno di autorizzare aziende legate al governo di Pechino o alle Forze armate cinesi a fare affari nel mercato statunitense. China Mobile, China Unicom e China Telecom hanno reso noto di aver inoltrato la richiesta al Nyse a poche ore dal giuramento di Joe Biden come 46mo presidente degli Stati Uniti. L’ex inquilino della Casa Bianca, Donald Trump, ha firmato a novembre 2020 un ordine esecutivo che vieta di investire in società cinesi accusate di legami con servizi militari e di intelligence cinesi. Il 6 gennaio scorso, la Borsa di New York ha annunciato che andrà avanti con la deindicizzazione dei tre colossi di Stato cinesi.
(Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE