SIRIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Siria: commissione inchiesta Onu, incerta la sorte di "decine di migliaia" di detenuti civili (3)

Damasco, 01 mar 18:19 - (Agenzia Nova) - “Decine di migliaia di persone sono state private illegalmente della loro libertà in qualsiasi momento”, affermano i commissari. “Detenzione e incarcerazione arbitrarie sono state strumentalizzate deliberatamente per instillare timore e sopprimere il dissenso fra la popolazione civile o, meno frequentemente, per guadagni finanziari. Gruppi armati hanno anche preso di mira gruppi e minoranze etnici e religiosi”, proseguono. Al culmine dell’undicesimo anno del conflitto, gli investigatori hanno ritenuto che le parti in guerra abbiano continuato a maltrattare detenuti imprigionati in “note strutture detentive in tutto il Paese”, costringendoli a sostenere “sofferenze inimmaginabili”. Il rapporto conclude che ciò è avvenuto con la consapevolezza e la condiscendenza dei governi che hanno sostenuto le diverse parti nel conflitto, e fa loro appello affinché pongano fine alle violazioni. “Mentre la Commissione ha coerentemente esortato a tali rilasci sulla base di condizioni di detenzione orrende e disumane, l’urgenza è ancora maggiore adesso che le prigioni sovraffollate sono possibile terreno fertile per il Covid-19, dove i detenuti dalla salute fragile non possono sopravvivere”, ha detto il commissario Hanny Megally. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE