MOZAMBICO

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Mozambico: Amnesty, centinaia di civili uccisi e torturati da insorti e forze di sicurezza a Cabo Delgado (4)

Maputo, 02 mar 10:33 - (Agenzia Nova) - Dopo che le forze di sicurezza hanno perso una serie di battaglie con al Shabaab, prosegue il rapporto, il governo ha assunto il gruppo privato di contractor sudafricano Dyck Advisory Group (Dag) per combattere per loro conto utilizzando elicotteri armati. Secondo 53 testimoni che hanno parlato con Amnesty, gli agenti del Dag avrebbero sparato con mitragliatrici da elicotteri e lanciato bombe a mano indiscriminatamente su folle di persone, oltre a sparare ripetutamente contro infrastrutture civili, inclusi ospedali, scuole e case. Durante un attacco alla città di Mocimboa nel giugno 2020, inoltre, gli elicotteri del Dag hanno distrutto un ospedale mentre prendevano di mira gli insorti che si nascondevano all'interno della struttura. “La testimonianza che abbiamo raccolto rivela un modello di ripetuti e sconsiderati attacchi da parte del gruppo consultivo Dyck”, ha detto Muchena. “Sparando indiscriminatamente sulla folla, attaccando le infrastrutture civili e non riuscendo a distinguere tra obiettivi militari e civili, hanno chiaramente violato il diritto internazionale umanitario. Ora devono essere ritenuti responsabili delle loro azioni”, ha aggiunto. Il gruppo sudafricano, da parte sua, ha fatto sapere che assumerà avvocati esterni per esaminare le sue attività in Mozambico dopo le dure accuse nei suoi confronti. Nessun commento ufficiale è invece ancora giunto da parte del governo del Mozambico, che finora ha tuttavia sempre negato di aver commesso brutalità a Cabo Delgado, sostenendo che le uccisioni attribuite alle forze governative siano state eseguite da ribelli islamisti travestiti da militari. (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE