TRASPORTO AEREO

 
 

Trasporto aereo: direttore ToMontenegro, obiettivo è avviare operazioni prima dell'estate

Podgorica, 02 mar 17:19 - (Agenzia Nova) - L'obiettivo della nuova compagnia di bandiera di Podgorica ToMontenegro è di avviare le operazioni prima dell'estate. Lo ha dichiarato il direttore esecutivo della compagnia, Predrag Todorovic, secondo quanto riferisce l'emittente "Rtcg". Todorovic, in una conferenza stampa tenuta oggi a Podgorica, ha ribadito che la compagnia di bandiera è una necessità per il Montenegro. La nuova compagnia, ha aggiunto, dovrà essere basata sui principi di mercato e seguire un modello di autosufficienza. Todorovic ha ricordato che la compagnia ha acquistato recentemente due aerei che erano stati utilizzati in leasing da Montenegro Airlines, la vecchia compagnia di bandiera chiusa alla fine del 2020. "Nessuno costruisce una compagnia aerea con due velivoli. Avremo tre, quattro e cinque aerei, la compagnia si svilupperà in diverse fasi", ha detto Todorovic. Dal punto di vista dell'occupazione, il direttore della nuova compagnia ha osservato che le assunzioni seguiranno il principio della competenza, anche per coloro che erano precedentemente impiegati in Montenegro Airlines. Todorovic ha infine annunciato che "sarà sufficiente" il capitale di costituzione di 30 milioni di euro, e che non sarà più stanziato alcun fondo dal bilancio statale.

Lo scorso 16 febbraio il ministro delle Finanze montenegrino, Milojko Spajic, ha reso noto attraverso il proprio profilo Twitter che lo Stato del Montenegro ha acquistato due aerei per darli in dotazione permanente alla propria compagnia di bandiera. Secondo Spajic la mossa rappresenta un passo in avanti verso il ripristino dei voli di una nuova compagnia di bandiera dopo la chiusura di Montenegro Airlines. "Il catastrofico, vecchio contratto di noleggio aereo tra Montenegro Airlines e Gecas, che prevedeva costi per oltre 41 milioni di dollari, è stato sostituito da una compravendita che renderà lo Stato proprietario permanente di due aerei per 21 milioni di dollari", ha scritto Spajic. Lo scorso 19 gennaio il sottosegretario presso il ministero per gli Investimenti di capitale, Zoran Radunovic, ha dichiarato che "non c'era spazio" per proseguire le operazioni di traffico aereo con la vecchia compagnia di bandiera. "Montenegro Airlines ha operato molto male, l'attività ha portato a debiti elevati. Solo nel 2019 ha registrato un aumento dei costi del 7,5 per cento", ha dichiarato Radunovic. Montenegro Airlines ha chiuso completamente le attività lo scorso 26 dicembre. La compagnia aerea ha dichiarato il giorno prima di aver deciso di compiere questo passo a causa della decisione del governo di non sostenerla finanziariamente in futuro.

Il ministro per gli Investimenti di capitale, Mladen Bojanic, il 24 dicembre ha annunciato la chiusura della compagnia. Nella giornata del 30 dicembre, secondo quanto reso noto dal ministro Bojanic, il governo montenegrino ha avviato la discussione sul processo di formazione di una nuova compagnia di bandiera. "La nostra posizione è chiara, abbiamo bisogno di una nuova compagnia. Il Montenegro è un paese turistico e dobbiamo avere una compagnia aerea nazionale", ha detto Bojanic all'emittente "Tv Vijesti". Il ministro ha aggiunto che la nuova compagnia si chiamerà ToMontenegro. Nel frattempo oltre 20 compagnie aeree hanno annunciato il proprio interesse per il ripristino delle rotte per Tivat, in Montenegro, nella stagione estiva. Lo ha reso noto lo scorso 12 febbraio la portavoce della società che gestisce l'aeroporto, Marina Miketic, in un intervento per l'emittente "Tvcg". Miketic ha precisato che quasi 28 mila passeggeri hanno attraversato gli aeroporti montenegrini dal primo gennaio a oggi. Il numero, ha aggiunto, è "di molte volte inferiore" rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, quando erano quasi 119 mila.

La portavoce ha spiegato che gli aeroporti nazionali stanno cercando di ristabilire le linee che esistevano quando era presente Montenegro Airlines, la compagnia di bandiera sciolta alla fine del 2020. Sono numerose, ha detto, le compagnie che cercano di "riempire" quel vuoto. "Per Tivat, per la stagione turistica estiva, ci sono oltre 20 compagnie aeree, 7 delle quali dalla Russia, 5 dall'Ucraina e poi dalla Bielorussia. Altre compagnie ci possono collegare infine con i Paesi dell'Europa occidentale", ha detto Miketic precisando che la stagione turistica sarà comunque influenzata dalla "situazione epidemiologica". (Seb)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE