USA-ARABIA SAUDITA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Usa-Arabia Saudita: Washington chiede a Riad di “smantellare la rete” dietro l’omicidio Khashoggi

New York, 01 mar 21:54 - (Agenzia Nova) - Gli Stati Uniti chiedono all'Arabia Saudita di smantellare la rete che ha organizzato e messo in atto l'assassinio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi, ucciso e smembrato all’interno del consolato di Riad a Istanbul il 2 ottobre del 2018. Lo ha detto il portavoce del dipartimento di Stato, Ned Price. "Esortiamo l'Arabia Saudita a smantellare questa forza e ad adottare riforme istituzionali e dei meccanismi di controllo al fine di fare cessare completamente le operazioni contro i dissidenti", ha detto Price in riferimento alla forza d’élite saudita – considerata molto vicina al principe ereditario Mohammed Bin Salman (Mbs) – che si è resa protagonista dell’incursione a Istanbul costata la vita al giornalista, collaboratore tra i vari media anche del quotidiano statunitense “Washington Post”.
Le relazioni bilaterali tra Stati Uniti e Arabia Saudita andranno “ricalibrate”, anche alla luce del rapporto dell’intelligence Usa, pubblicato venerdì scorso, che punta il dito contro il principe ereditario saudita Mohammed Bin Salman (Mbs) in riferimento all’omicidio del giornalista dissidente Jamal Khashoggi. E’ stato questo il primo commento della portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki, dopo che i media Usa hanno divulgato i contenuti del documento, secondo il quale Mbs approvò l’operazione dell’intelligence di Riad che ha portato all’assassinio. Psaki ha però puntualizzato che la decisione sul futuro del principe ereditario saudita spetta alle autorità di Riad, in particolare per quello che riguarda la sua successione al trono dopo re Salman Bin Abdelaziz al Saud. “Riteniamo – si legge nel rapporto dei servizi Usa - che il principe ereditario abbia approvato un’operazione a Istanbul, in Turchia, per catturare o uccidere il giornalista saudita Jamal Khashoggi”. (segue) (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE