ARABIA SAUDITA

 
 

Arabia Saudita: Laforgia (Leu), un senatore italiano non dovrebbe mai lavorare per uno Stato straniero

Roma, 01 mar 18:04 - (Agenzia Nova) - Un senatore della Repubblica italiana "non dovrebbe mai lavorare per uno Stato straniero per un motivo molto semplice: i parlamentari rappresentano la nazione. L'attività diplomatica dell'Italia è già curata dal governo e dal presidente della Repubblica e non c'è bisogno che se ne faccia carico Matteo Renzi in forma privata. Questo da un punto di vista formale, anche se purtroppo non è ancora illegale (condizione alla quale dovremo rimediare, vietando a un rappresentante in carica di percepire soldi direttamente o indirettamente da un governo straniero). C'è un ulteriore elemento da considerare. Il fatto che Matteo Renzi risulti a libro paga di una Fondazione che fa capo a uno dei regimi più reazionari, oppressivi e oscurantisti dei nostri giorni è profondamente lesivo dell'immagine dell'Italia nel Mondo, della nostra Storia e della dignità delle istituzioni del nostro Paese. Matteo Renzi può decidere di continuare a fare le sue 'consulenze'. Ma dopo essersi dimesso dal Senato della Repubblica. Bisognerebbe che un ex presidente del Consiglio ci arrivasse da solo anche in assenza di una specifica legge sul conflitto di interessi". Lo scrive su Facebook il senatore di Liberi e uguali, Francesco Laforgia. (Rin)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE