USA

 
 

Usa: accuse molestie sessuali, il governatore di New York si scusa

New York, 01 mar 06:29 - (Agenzia Nova) - Il governatore democratico dello Stato di New York, Andrew Cuomo, si è scusato ieri, 28 febbraio, dopo le accuse di molestie sessuali rivoltegli da due sue ex collaboratrici. Cuomo, che negli scorsi anni era stato uno tra i più convinti sostenitori del movimento "Me Too" e della necessità di "credere a tutte le donne", ha categoricamente respinto le accuse di molestie nei giorni scorsi, ma alcuni degli elementi presentati a sua discolpa hanno confermato in parte le circostanze denunciate da una delle sue accusatrici, Lindsey Boylan. Ieri Cuomo ha ammesso che alcune delle sue interazioni con donne del suo staff "potrebbero essere state insensibili o troppo personali", ma ha negato di aver "mai toccato in modo inappropriato chicchessia". Una delle ex collaboratrici di Cuomo, Charlotte Bennett, afferma di essere stata baciata a forza dal governatore. L'ufficio di Cuomo ha annunciato, dopo un giorno di contatti con la procuratrice generale di New York, Letitia James, la decisione di affidare le indagini sulle presunte molestie a un procuratore indipendente. "Comprendo ora che le mie interazioni potrebbero essere state insensibili o troppo personali, e che alcuni miei commenti, data la mia posizione, potrebbero aver fatto sentire altre persone a disagio. Ammetto che alcune delle cose che ho detto potrebbero essere state interpretate come un approccio non consenziente. (...) Per essere chiari, non ho mai toccato nessuno, né ho fatto proposte esplicite, e non ho mai inteso mettere in imbarazzo nessuno. Queste, però, sono accuse per le quali i cittadini di New York meritano una risposta", recita una nota del governatore. (Nys)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE