IRAQ-TURCHIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Iraq-Turchia: il ministro della Difesa Akar conclude la visita a Baghdad ed Erbil (2)

Baghdad, 19 gen 18:40 - (Agenzia Nova) - In materia di sicurezza, il dossier cruciale sul tavolo dei due Paesi è quello del Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk), che Ankara considera un’organizzazione terroristica e che combatte, sia sul territorio nazionale sia fuori. Tra giugno e settembre 2020 la Turchia ha lanciato unilateralmente due operazioni militari contro il Pkk in territorio iracheno, una aerea e una terrestre, note rispettivamente come “Artiglio d’aquila” e “Artiglio di tigre”. L’uccisione accidentale di due esponenti delle forze di sicurezza irachene da parte di un drone turco, lo scorso agosto, ha sollevato un incidente diplomatico – con l’Iraq che ha lamentato ufficialmente una violazione della propria sovranità – e ha messo in luce nuovamente la natura molto problematica di tali operazioni. Il Pkk è inviso anche alle attuali autorità curde, il cui governo è espressione del Partito democratico del Kurdistan (Kdp), storicamente più vicino ad Ankara rispetto all’altra principale forza politica curda, la rivale Unione patriottica del Kurdistan (Puk). Un coordinamento in materia di sicurezza è dunque necessario su più fronti: una cooperazione aperta con la Turchia è utile infatti a contenere il Pkk, che rappresenta un elemento di disturbo per il governo curdo, ma – in quanto gruppo armato irregolare – anche per il governo federale, evitando nel contempo ulteriori azioni unilaterali turche. (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE