GUINEA-BISSAU

Mostra l'articolo per intero...
 
 

Guinea-Bissau: respinta richiesta arresto ex premier Pereira, governo cambia capo Interpol

Bissau, 07 gen 18:01 - (Agenzia Nova) - Le autorità della Guinea-Bissau hanno licenziato il direttore nazionale di Interpol, Melancio Correia, nominando al suo posto l'ex procuratore generale Bacari Biai. Lo hanno riferito ai media locali fonti governative, poche ore dopo che la segreteria generale di Interpol ha respinto la richiesta di eseguire un mandato di arresto emesso a dicembre dal pubblico ministero, Fernando Gomes, contro il leader del Partito africano per l'indipendenza della Guinea e Capo Verde (Paigc) ed ex primo ministro Domingos Simoes Pereira, da tempo ai ferri corti con il presidente Umaro Sissoco Embalo. Secondo quanto sostenuto in conferenza stampa dai legali di Pereira, il ministro della Giustizia Fernando Mendonça ha reso pubblica la sua decisione nel giorno in cui l'ufficio nazionale dell'Interpol "è stato pizzicato per aver permesso le 'interferenze' del Procuratore generale e del Presidente della Repubblica, accettando di richiedere l'emissione di un mandato d'arresto internazionale, quando sapeva che tale richiesta si scontra frontalmente e in modo grossolano con le regole della Polizia internazionale”. Nel respingere la richiesta di arresto, Interpol faceva riferimento nella sua lettera all'articolo 3 della Costituzione di Interpol, in base al quale è "severamente vietato all'organizzazione (di polizia) intraprendere qualsiasi intervento o attività di carattere politico, militare, religioso o razziale". (segue) (Res)
ARTICOLI CORRELATI
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE