INDIA

Mostra l'articolo per intero...
 
 

India: protesta agricoltori, iniziato undicesimo confronto sindacati-governo (4)

Nuova Delhi, 22 gen 09:57 - (Agenzia Nova) - La riforma del commercio agricolo si compone di tre leggi: The Farmers’ Produce Trade and Commerce (Promotion and Facilitation) Act, The Farmers (Empowerment and Protection) Agreement of Price Assurance and Farm Services Act e The Essential Commodities (Amendment) Act. L’intenzione dichiarata dal governo è liberalizzare il commercio interstatale e intra-statale e il commercio elettronico. Finora i comitati statali competenti, gli Agricultural Produce Market Committee (Apmc), hanno imposto delle restrizioni sulle piazze commerciali, gli intermediari e i flussi tra gli Stati. Il Farmers’ Produce Trade and Commerce (Promotion and Facilitation) Act consente il commercio dei prodotti agricoli al di fuori degli spazi Apmc e vieta ai governi statali di imporre commissioni o prelievi al di fuori di quegli spazi. Agli agricoltori non verranno applicate commissioni o imposte per le vendite dei loro prodotti ai sensi della legge ed è previsto un meccanismo di risoluzione delle controversie ad hoc. Il prezzo minimo di sostegno (Msp), fissato dal governo per gli acquisti diretti dagli agricoltori, resta in vigore. L’obiettivo dell’esecutivo è la riduzione delle barriere e la creazione di un ecosistema in cui gli agricoltori e i commercianti abbiano la libertà di scelta nella vendita e nell’acquisto attraverso canali commerciali alternativi e competitivi senza essere vincolati ai mercati e alle sedi fisiche previsti da varie legislazioni statali: in sintesi, un mercato agricolo unico. (segue) (Inn)
ARTICOLI CORRELATI
 
 
 
 
 
 
 
 
TUTTE LE NOTIZIE SU..
GRANDE MEDIO ORIENTE
EUROPA
AFRICA SUB-SAHARIANA
ASIA
AMERICHE